Schönes Bellezze della vita

IMG_0447Ero in giro a piedi nella Val d’Orcia, in una sorta di pellegrinaggio pagano verso Roma.
In mezzo alle colline che sembravano non destinate a un uso agricolo ma alla sola fruizione estetica,
immersa nel profumo della ginestra, delle Robinie, del Gelsomino,
sotto gli ulivi in fiore
e con il solo rumore dei miei passi ho avuto la chiara sensazione di essere intrisa di bellezza.
E ho pensato che non diamo, non do abbastanza peso alla bellezza della vita.
Quando è proprio essa per cui spesso vale vivere.

Allora, lì in mezzo, col mal di piedi che avevo, ho deciso di raccoglierle, le bellezze della vita.
Una piccola collezione, tutta personale e progressiva delle bellezze che incontro sulla mia strada.
Mi piacerebbe lasciarle al mondo come una collezione di opere d’arte.
Forse lo è.

Le “mie” bellezze “Meine” Schönheiten des Lebens:

  • la morbidità delle facce delle persone quando le incontri al mattino presto
  • der Veneziano in der Abendsonne (und keine Sitzung mehr anstehend!)
  • guardarsi le mani con le unghie appena laccate
  • die Himmelschlüsselwiese am Windisch
  • l’odore di soffritto che esce dalle cucine dei ristoranti nel momento in cui senti fame
  • der Sonntagmorgen mit einem Krimi von Fred Vargas im Bett
  • il merlo che un mattino di dicembre fa il suo bagno di bellezza nella fontana davanti alla finestra della cucina
  • riuscire a mettere in legge un principio che hai pensato proprio tu
  • der Grünspecht, der am Morgen mit seinem betrunkenen Flug den Etschradweg quert
  • annaffiare l’orto agli ultimi raggi di sole
  • das Gesicht meiner kleinen Nachbarin, die mir ihre erste Schultasche zeigt. Lila, mit Glitzer!
  • il concerto degli uccellini che d’estate inizia puntualmente alle 4.30 del mattino
  • die Feuerlilie in der Wiese unterm Haus
  • frühmorgens mit dem Rad durch eine gerade erwachende Stadt zu flitzen
  • il profumo del bosco dopo la pioggia
  • morgens ins endlich aufgeräumte Büro zu kommen
  • sentir arrivare il messaggio WhatsApp del figliolo che sta in Germania
  • die erste Ringelblume des Jahres begrüßen
  • chiudere lo zaino e pensare che domattina si parte!
  • il dolce tremore delle ginocchia quando senti che inizia qualcosa di nuovo.
  • Girare, una domenica mattina, tutta sola in una città che non conosci e che non ti conosce.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...